martedì 7 luglio 2015

Le mie catene

Dedicata a tutti gli offesi, a tutti gli emarginati e a tutte le lacrime versate per una vita ingiusta e misera.



Sono arrivato alla morte della libertà.

La morte della certezza di essere 

libero.



Drogato,
 lasciato a sé ,
senza un appiglio alla vita.

Il buio non mi spaventa perché 
è l’unica cosa che, ancora mi protegge, dall’essere 
schiavo.
     
Alessio Piscedda

Nessun commento:

Posta un commento