venerdì 3 luglio 2015

Grey Room

stanza-vuota   Ho una stanza grigia. Dove getto tutto, tutto alla rinfusa.
È una specie di magazzino, un super contenitore che ha visto di tutto.
Vecchie bici, canzoni d’amore, sorrisi spenti, occhi color verde acceso, tra il chiaro ed il scuro.
Ha visto la luce per poco, ma tante tante tenebre.
Ha visto segreti, pesantissimi. Ma ha sempre retto.
Ha visto il fumo di una pazzia, ha visto il desiderio di un bacio, ha visto tanti continenti.


Ha visto lacrime, scorrere, ma una volta, è riuscita a scorgere la serenità.
È la mia stanza grigia, senza sarei perso.
Ora ha un poster enorme attaccato ad una parete, è il suo volto, è il suo sorriso.
Dal fondo della stanza grigia, si scorge un po’ di luce.
È lei, ed è bellissima.
E tutto lì, è nel mio cervello, la mia piccola stanza grigia, luminosa un po’ di più di ieri.

Nessun commento:

Posta un commento